Descrizione Progetto

CASE STUDY

EMPOWERMENT TEAM:
UNA REGION CHE STA VIVENDO UNA BATTUTA DI ARRESTO E DEVE COSTRUIRE IL PROPRIO FUTURO

Case Study

People Development

Azienda

Multinazionale nel settore analytics e big data

Luogo

Italia

A cura di

Ornella Serrantini
Febbraio 2020

LA SFIDA: TEAM APICALE PIÙ COESO, INTEGRATO E FOCALIZZATO A COSTRUIRE IL FUTURO DELLA REGIONE

Il team apicale della regione ha la responsabilità e l’urgenza di cambiare marcia e definire la vision e la roadmap che traghetti tutta la squadra ad un futuro di successo definito “region 2.0”.
Il team empowerment da un lato ha l’obiettivo di rinforzare il sentimento e l’abilità di sentirsi collettivamente responsabili dello sviluppo e dei risultati dell’intera regione dall’altro allenare un approccio al futuro più strategico e condiviso.
La crescita è possibile solo se tutti i manager e le persone della regione adottano un approccio più strategico e globale, che significa essere capaci di aggiungere al focus sui propri obiettivi e sul proprio ruolo uno sguardo interfunzionale, superando la mera logica dei singoli KPI. Per fare questo devono rinforzare il senso di appartenenza e di alleanza reciproca di ogni singolo membro del team apicale, superando l’approccio tattico sul singolo numero con un approccio più globale e strategico, che faccia superare il focus di ognuno sulle sue responsabilità di ruolo. Imparano allora a uscire dalla logica dei risultati del qui-ed-ora ed allenare uno sguardo più strategico al futuro, abilitarsi ad una maggiore sensibilità e osservazione di trend e megatrend (regionali e globali) come base di possibili futuri scenari su cui sperimentare piani d’azione mirati.
Obiettivo molto sfidante perché il team è compost da 12 leader di cui solo 5 sono legati gerarchicamente alla regione. Tutti gli altri hanno un legame funzionale, hanno ciascuno un capo diverso, con obiettivi e visioni di funzione che potrebbero, se interpretati alla lettera e decontestualizzati, essere in contrasto con gli obiettivi regionali.

L’AZIONE: UN PERCORSO DI EMPOWERMENT DELL’INTERA ORGANIZZAZIONE

In partnership con la committenza, l’HR business partner e l’executive VP che guida la regione, decidiamo di lavorare su tutti i membri del leadership team, su due livelli:

  • il primo ha come obiettivo di lavorare sull’identità del team, su una più autentica alleanza ed integrazione tra loro
  • il secondo ha come obiettivo definire una vision comune che sia capace di intercettare e anticipare l’evoluzione della regione.

Il percorso, successivamente al kick off, si articola come segue:

HOGAN assessment, 360 gradi e colloquio individuale di debriefing ed innesco con ogni manager partecipante, con l’obiettivo di creare un patto con la persona e attivare il suo piano di sviluppo individuale.

Team Empowerment, l’innesco è il report HOGAN di team, il team riflette sul suo bright side, dark side e sui key driver valoriali. Grazie allo scambio di feedback di sviluppo e di sperimentazioni sul campo i team member incominciano a conoscersi e a lavorare insieme con una marcia diversa, una nuova alleanza e cooperazione.
Il team esce dal laboratorio con un rapporto più maturo tra le persone e con una prima bozza di vision regionale co-costruita, che integra gli approcci strategici delle diverse funzioni rappresentate.

Design Workshop, questo workshop è interamente dedicato alla definizione della visione con un focus sulle potenziali future evoluzioni interne ed esterne alla regione, sui trend e mega-trend che ogni team member osserva da suo punto di osservazione. Il workshop termina con una prima bozza di possibili scenari e relativi piani di azioni. Il workshop ha innescato un processo che poi è diventato un modo di lavorare insieme di tutto il leadership team e di conseguenza di tutta la regione. Durante il workshop, in consulenza di processo, aiutiamo ogni membro del team ad essere consistente rispetto al percorso di potenziamento della propria leadership.

Breve percorso di coaching individuale. Il percorso ha come scopo l’accompagnamento individuale nella messa a terra della vision e del relativo piano d’azione nel perimetro di ciascuno.

IL RISULTATO: UNA MAGGIORE COESIONE ED ALLEANZA ED UN NUOVO APPROCCIO AL FUTURO

A LIVELLO PERSONALE:

Il percorso ha consentito di innescare un processo di autosviluppo, un approccio più maturo una maggiore consapevolezza dell’impatto personale su tutta la regione e dell’interdipendenza tra funzioni.

A LIVELLO DI ORGANIZZAZIONE:

Le basi per crescere in ogni perimetro condividendo una visione comune, un approccio al futuro che tiene conto dei trend osservati e captati in ogni contesto, un piano d’azione condiviso. I membri della regione sono inoltre apparsi più coesi e allineati, maggiormente autorevoli agli occhi delle funzioni global.

LE PAROLE CHIAVE DEI RISULTATI SONO:

  • VISIONE: da un approccio tattico e di breve termine ad un approccio condiviso strategico
  • FUTURO: uno sguardo ai possibili futuri plausibili per la regione. Più scenari e piani d’azione per sperimentare ciascun scenario.
  • IMPATTO: un vero e proprio cambio di mindset capace di integrare sia gli obiettivi di breve e i KPI su cui la regione si è “committata” sia un approccio al futuro che apre su più scenari plausibili.